Video

E l’ho capito al primo incontro da quel giorno che stavi li’,
ricordo stavo già nel peggio in piu’ per giunta arrivavi tu.
Seguivo il viaggio, ci stavo dentro,
era un miraggio, ci cado dentro.
Il nuovo foglio che scava dentro,
vivo un istante, sembrava un sogno.
Un nuovo foglio viene da dentro,
dalle preghiere che ho nel profondo.

Cercavo il mondo che vorrei,
sapere infondo che ci sei,
la primavera grande splendida occasione.
Quell’emozione che vorrei,
toccare questi sogni miei,
la sensazione di sentirsi ancora viva.

Non rimarrei nemmeno un attimo
che mi manca l’aria qui.
Sarebbe come darti il peggio,
tanto quello mi hai dato tu.
Poi giro il foglio, non vedo niente,
ho perso gli occhi, il cuore e la mente.
Sto scivolando, ridammi il foglio,
la mente e il cuore stanno li dentro.
Sto scivolando, ridammi il foglio,
la mente e il cuore stanno li dentro.

Cercavo il mondo che vorrei,
sapere infondo che ci sei,
la primavera grande splendida occasione.
Quell’emozione che vorrei,
toccare questi sogni miei,
la sensazione di sentirsi ancora viva.

Un nuovo foglio mi scava dentro,
vivi un istante che lascia il segno,
sul nuovo foglio oggi ci disegno,
la primavera che accende il giorno.
Sul nuovo foglio oggi ci disegno,
la primavera che accende il giorno.

Sul nuovo foglio oggi ci disegno,
la primavera che accende il giorno.
Cercavo il mondo che vorrei,
la primavera grande splendida occasione.
La meraviglia che vorrei,
negli occhi della vita che oggi abbraccia il sole.

I profumi, i sapori e la gente,
le civilta’, l’occidente e l’oriente,
le religioni, l’amore e la mente,
e stare bene con chi ami per sempre.
Infondo un uomo è una pagina bianca,
di luce propria e di luce riflessa,
di canti e balli e di suoni per strada,
di storie che parlano della vita.